PERIODO DI COMMERCIALIZZAZIONE

 

periodo commercializzazione

PERA DECANA del comizio

 

Tipica pera invernale, si consuma in tutta Europa e sembra la preferita.

ASPETTO/FORMA   ASPETTO: frutto sano e privo di residui estranei, con lenticelle marcate;

FORMA: piriforme ed allungata

 

COLORAZIONE   BUCCIA: grezza, verde scuro alla raccolta, che diventa verde-rosso in prossimità alla maturità;

POLPA: bianco-verdognola

 

QUALITA’ ORGANOLETTICHE   Polpa soda, di fine tessitura

Poco succosa e mediamente dolce-acidula

 

CONSERVAZIONE   Queste varietà, pronte per il consumo, con epidermide di colore verde chiara o gialla, può resistere in cella frigorifera a 8-10° C per 3-4 giorni

 

GRADO RIFRATTOMERICO     13 al consumo

 11,5 in conservazione

 

EPOCA RACCOLTA   luglio – agosto
PERIODO COMMERCIABILE   Dal 20 Luglio al 31 Agosto

 

ZONA DI PRODUZIONE    provincia di Padova
IGP     /
ORIGINE    

La COLTIVAZIONE DEL PERO (Pyrus communis) affonda nell’antichità, con reperti provenienti da Asia ed Europa di età superiore ai 4.000 anni. Omero ricorda le piantagioni di Alcinoo e Laerte, mentre la mitologia greca attribuisce alla pera il significato di frutto sano e gustoso, prediletto da divinità ed eroi. Dalla Magna Grecia la coltivazione del pero giunse a Roma, dove ebbe ampia diffusione, con estimatori come Plinio e Catone o famosi consumatori come Pompeo e Nerone. In epoca romana si conoscevano circa 40 varietà. Oggi ne esistono ben 5.000.

 

RICETTE   Oltre al tradizionale consumo fresco, della pera si utilizza il succo, lo sciroppo, le confetture, le bevande fermentate ed alcoliche; in cucina trova largo impiego come ingrediente per dolci, macedonie, tradizionalmente accompagnata ai formaggi e con il cioccolato (in questo caso preferibilmente cotte al forno).
VALORI NUTRIZIONALI    
PARTE EDIBILE               91 %;     ACQUA                  85,2%% CALCIO                 6  mg
FOSFORO             11 mg;.;   SODIO                   2 mg;
LIPIDI                   0,4 mg   NIACINA                0,1 mg
FERRO                   0,3 mg   VITAMINA C           4  mg
PROTEINE            0,3 mg;   POTASSIO                   130 mg
FIBRA ALIMENTARE                   2,8 mg;   GLUCIDI DISP.       9,5 mg
CALORIE               41 Kcal;    
CARATTERISTICHE DIETETICHE:   La pera è un frutto dolce ma è ideale per la dieta, infatti un frutto di dimensioni medie (circa 160 g) contiene: solo 100 calorie, il principale zucchero semplice contenuto nella pera è levulosio, lo zucchero naturale con il più alto potere dolcificante; di fibra ne contiene circa 2,3 grammi, 210 mg di potassio e 7 mg di vitamina C.

PERA CONFERENCE

 

Tipica pera tardo estiva, varietà oggi molto apprezzata dal consumatore che la trova sui banchi di vendita da inizio novembre a tutto giugno.

ASPETTO/FORMA   ASPETTO: frutto sano e privo di residui estranei, con lenticelle marcate;

FORMA: piriforme ed allungata

 

COLORAZIONE   BUCCIA: verde chiaro – giallastro, tendenzialmente rugginosa e con presenza di lenticelle;

POLPA: bianco-avorio.

 

QUALITA’ ORGANOLETTICHE   Polpa fondente, molto succosa, dolce, aromatica e poco acidula.

 

CONSERVAZIONE   Se pronta per il consumo, può resistere a 8-10° C per 3 giorni;

se destinata a lunga conservazione: mantenere a –0,5-+0,5°C.

 

GRADO RIFRATTOMERICO     >13 al consumo

 12-14 in conservazione

 

EPOCA RACCOLTA   agosto
PERIODO COMMERCIABILE   Dal 01  Novembre al 30 Giugno

 

ZONA DI PRODUZIONE    provincia di Padova
IGP     /
ORIGINE    

La COLTIVAZIONE DEL PERO (Pyrus communis) affonda nell’antichità, con reperti provenienti da Asia ed Europa di età superiore ai 4.000 anni. Omero ricorda le piantagioni di Alcinoo e Laerte, mentre la mitologia greca attribuisce alla pera il significato di frutto sano e gustoso, prediletto da divinità ed eroi. Dalla Magna Grecia la coltivazione del pero giunse a Roma, dove ebbe ampia diffusione, con estimatori come Plinio e Catone o famosi consumatori come Pompeo e Nerone. In epoca romana si conoscevano circa 40 varietà. Oggi ne esistono ben 5.000.

 

RICETTE   Oltre al tradizionale consumo fresco, della pera si utilizza il succo, lo sciroppo, le confetture, le bevande fermentate ed alcoliche; in cucina trova largo impiego come ingrediente per dolci, macedonie, tradizionalmente accompagnata ai formaggi e con il cioccolato (in questo caso preferibilmente cotte al forno).
VALORI NUTRIZIONALI    
PARTE EDIBILE               91 %;     ACQUA                  85,2%% CALCIO                 6  mg
FOSFORO             11 mg;.;   SODIO                   2 mg;
LIPIDI                   0,4 mg   NIACINA                0,1 mg
FERRO                   0,3 mg   VITAMINA C           4  mg
PROTEINE            0,3 mg;   POTASSIO                   130 mg
FIBRA ALIMENTARE              2,8 mg;   GLUCIDI DISP.       9,5 mg
CALORIE               41 Kcal;    
CARATTERISTICHE DIETETICHE:   La pera è un frutto dolce ma è ideale per la dieta, infatti un frutto di dimensioni medie (circa 160 g) contiene: solo 100 calorie, il principale zucchero semplice contenuto nella pera è levulosio, lo zucchero naturale con il più alto potere dolcificante; di fibra ne contiene circa 2,3 grammi, 210 mg di potassio e 7 mg di vitamina C.

PERA MORETTINO – BUTIRRA

Tipica pera estiva, si consuma in tutta Europa e sembra la preferita.

ASPETTO/FORMA   ASPETTO: frutto sano e regolare; privo di residui e rugginosità;

FORMA: tondeggiante, di forma compressa alla corona e degradante verso il picciolo, talora allungata.

 

COLORAZIONE   BUCCIA: grezza, verde scuro alla raccolta, che diventa verde-rosso in prossimità alla maturità;

POLPA: bianco-verdognola

 

QUALITA’ ORGANOLETTICHE   Polpa soda, di fine tessitura

Poco succosa e mediamente dolce-acidula

 

CONSERVAZIONE   Queste varietà, pronte per il consumo, con epidermide di colore verde chiara o gialla, può resistere in cella frigorifera a 8-10° C per 3-4 giorni
GRADO RIFRATTOMERICO     13 al consumo

 11,5 in conservazione

 

EPOCA RACCOLTA   luglio – agosto
PERIODO COMMERCIABILE   Dal 20 Luglio al 31 Agosto

 

ZONA DI PRODUZIONE    provincia di Padova
IGP     /
ORIGINE    

La COLTIVAZIONE DEL PERO (Pyrus communis) affonda nell’antichità, con reperti provenienti da Asia ed Europa di età superiore ai 4.000 anni. Omero ricorda le piantagioni di Alcinoo e Laerte, mentre la mitologia greca attribuisce alla pera il significato di frutto sano e gustoso, prediletto da divinità ed eroi. Dalla Magna Grecia la coltivazione del pero giunse a Roma, dove ebbe ampia diffusione, con estimatori come Plinio e Catone o famosi consumatori come Pompeo e Nerone. In epoca romana si conoscevano circa 40 varietà. Oggi ne esistono ben 5.000.

 

RICETTE   Oltre al tradizionale consumo fresco, della pera si utilizza il succo, lo sciroppo, le confetture, le bevande fermentate ed alcoliche; in cucina trova largo impiego come ingrediente per dolci, macedonie, tradizionalmente accompagnata ai formaggi e con il cioccolato (in questo caso preferibilmente cotte al forno).
VALORI NUTRIZIONALI    
PARTE EDIBILE               91 %;     ACQUA                  85,2%% CALCIO                 6  mg
FOSFORO             11 mg;.;   SODIO                   2 mg;
LIPIDI                   0,4 mg   NIACINA                0,1 mg
FERRO                   0,3 mg   VITAMINA C           4  mg
PROTEINE            0,3 mg;   POTASSIO                   130 mg
FIBRA ALIMENTARE                 2,8 mg;   GLUCIDI DISP.       9,5 mg
CALORIE               41 Kcal;    
CARATTERISTICHE DIETETICHE:   La pera è un frutto dolce ma è ideale per la dieta, infatti un frutto di dimensioni medie (circa 160 g) contiene: solo 100 calorie, il principale zucchero semplice contenuto nella pera è levulosio, lo zucchero naturale con il più alto potere dolcificante; di fibra ne contiene circa 2,3 grammi, 210 mg di potassio e 7 mg di vitamina C.

 

PERA WILLIAM

 

Tipica pera tardo estiva, varietà oggi molto diffusa selezionata alla fine del Settecento nella città di Aldernaston, in Inghilterra. È un frutto succoso con aroma tipica, tipicamente destinata all’industria per l’ottenimento di succhi e confetture o sciroppata.

ASPETTO/FORMA   ASPETTO: frutto sano e privo di sostanze estranee visibili; colorazione e maturazione omogenee

FORMA: piriforme

 

COLORAZIONE   BUCCIA: verde-giallo-bronzata, rugginosa al calice;

POLPA: bianco-avorio.

 

QUALITA’ ORGANOLETTICHE   Polpa fine fondente e zuccherina;

con caratteristico aroma moscato.

 

CONSERVAZIONE   Queste varietà, pronte per il consumo, con epidermide di color verde chiaro o gialla, può resistere in cella frigorifera a 8-10° C per 3-4 giorni
GRADO RIFRATTOMERICO     >11 al consumo

 10-12 in raccolta

 

EPOCA RACCOLTA   agosto
PERIODO COMMERCIABILE   Dal 15 Agosto al 15 Dicembre

 

ZONA DI PRODUZIONE    provincia di Padova
IGP     /
ORIGINE    

La COLTIVAZIONE DEL PERO (Pyrus communis) affonda nell’antichità, con reperti provenienti da Asia ed Europa di età superiore ai 4.000 anni. Omero ricorda le piantagioni di Alcinoo e Laerte, mentre la mitologia greca attribuisce alla pera il significato di frutto sano e gustoso, prediletto da divinità ed eroi. Dalla Magna Grecia la coltivazione del pero giunse a Roma, dove ebbe ampia diffusione, con estimatori come Plinio e Catone o famosi consumatori come Pompeo e Nerone. In epoca romana si conoscevano circa 40 varietà. Oggi ne esistono ben 5.000.

 

RICETTE   Oltre al tradizionale consumo fresco, della pera si utilizza il succo, lo sciroppo, le confetture, le bevande fermentate ed alcoliche; in cucina trova largo impiego come ingrediente per dolci, macedonie, tradizionalmente accompagnata ai formaggi e con il cioccolato (in questo caso preferibilmente cotte al forno).
VALORI NUTRIZIONALI    
PARTE EDIBILE               91 %;

ACQUA                  85,2%%

CALCIO                 6  mg
FOSFORO             11 mg;.;   SODIO                   2 mg;
LIPIDI                   0,4 mg   NIACINA                0,1 mg
FERRO                   0,3 mg   VITAMINA C           4  mg
PROTEINE            0,3 mg;   POTASSIO                   130 mg
FIBRA ALIMENTARE        2,8 mg;   GLUCIDI DISP.       9,5 mg
CALORIE               41 Kcal;    
CARATTERISTICHE DIETETICHE:   La pera è un frutto dolce ma è ideale per la dieta, infatti un frutto di dimensioni medie (circa 160 g) contiene: solo 100 calorie, il principale zucchero semplice contenuto nella pera è levulosio, lo zucchero naturale con il più alto potere dolcificante; di fibra ne contiene circa 2,3 grammi, 210 mg di potassio e 7 mg di vitamina C.

PERA SANTA MARIA

Tipica pera estiva, abbastanza succosa e caratterizzata da elevata produttività e precoce fruttificazione, che ne ha decretato il successo nei mercati del Sud-Italia.

ASPETTO/FORMA   ASPETTO: frutto di dimensioni medie, sano e pulito; colorazione e maturazione omogenee;

FORMA: piriforme

 

COLORAZIONE   BUCCIA: liscia, giallo-verde, con sovra-colore rosso all’insolazione;

POLPA: bianca.

 

QUALITA’ ORGANOLETTICHE   Polpa mediamente fine e di sapore gradevole;

Molto succosa a maturità e tendenzialmente acidula.

 

CONSERVAZIONE   Queste varietà, pronte per il consumo, con epidermide giallo-verde, può resistere in cella frigorifera a 8-10° C per 3-4 giorni

 

GRADO RIFRATTOMERICO    12 al consumo

11-13  in conservazione

 

EPOCA RACCOLTA   luglio
PERIODO COMMERCIABILE   Dal 15 Luglio al 31 Ottobre
ZONA DI PRODUZIONE    provincia di Padova
IGP     /
ORIGINE    

La COLTIVAZIONE DEL PERO (Pyrus communis) affonda nell’antichità, con reperti provenienti da Asia ed Europa di età superiore ai 4.000 anni. Omero ricorda le piantagioni di Alcinoo e Laerte, mentre la mitologia greca attribuisce alla pera il significato di frutto sano e gustoso, prediletto da divinità ed eroi. Dalla Magna Grecia la coltivazione del pero giunse a Roma, dove ebbe ampia diffusione, con estimatori come Plinio e Catone o famosi consumatori come Pompeo e Nerone. In epoca romana si conoscevano circa 40 varietà. Oggi ne esistono ben 5.000.

 

RICETTE   Oltre al tradizionale consumo fresco, della pera si utilizza il succo, lo sciroppo, le confetture, le bevande fermentate ed alcoliche; in cucina trova largo impiego come ingrediente per dolci, macedonie, tradizionalmente accompagnata ai formaggi e con il cioccolato (in questo caso preferibilmente cotte al forno).
VALORI NUTRIZIONALI    
PARTE EDIBILE               91 %;     ACQUA                  85,2%% CALCIO                 6  mg
FOSFORO             11 mg;.;   SODIO                   2 mg;
LIPIDI                   0,4 mg   NIACINA                0,1 mg
FERRO                   0,3 mg   VITAMINA C           4  mg
PROTEINE            0,3 mg;   POTASSIO                   130 mg
FIBRA ALIMENTARE            2,8 mg;   GLUCIDI DISP.       9,5 mg
CALORIE               41 Kcal;    
CARATTERISTICHE DIETETICHE:   La pera è un frutto dolce ma è ideale per la dieta, infatti un frutto di dimensioni medie (circa 160 g) contiene: solo 100 calorie, il principale zucchero semplice contenuto nella pera è levulosio, lo zucchero naturale con il più alto potere dolcificante; di fibra ne contiene circa 2,3 grammi, 210 mg di potassio e 7 mg di vitamina C.

PERA GUYOT

 

Tipica pera estiva, succosa e zuccherina, che si consuma dalla prima decade di luglio a fine agosto

ASPETTO/FORMA   ASPETTO: Sano e pulito; colorazione e maturazione omogenee;

FORMA: piriforme.

 

COLORAZIONE   BUCCIA: liscia, verde chiara, a maturazione gialla; presenza di numerose lenticelle.

POLPA: bianco-giallastra

 

QUALITA’ ORGANOLETTICHE   Polpa granulosa, succosa e zuccherina

 

CONSERVAZIONE   Queste varietà, pronte per il consumo, con epidermide di colore verde chiara o gialla, può resistere in cella frigorifera a 8-10° C per 3-4 giorni

 

GRADO RIFRATTOMERICO    > 10

 

EPOCA RACCOLTA   luglio
PERIODO COMMERCIABILE   Dal 10 Luglio al 31 Agosto
ZONA DI PRODUZIONE    provincia di Padova
IGP    in fase riconoscimento
ORIGINE    

La COLTIVAZIONE DEL PERO (Pyrus communis) affonda nell’antichità, con reperti provenienti da Asia ed Europa di età superiore ai 4.000 anni. Omero ricorda le piantagioni di Alcinoo e Laerte, mentre la mitologia greca attribuisce alla pera il significato di frutto sano e gustoso, prediletto da divinità ed eroi. Dalla Magna Grecia la coltivazione del pero giunse a Roma, dove ebbe ampia diffusione, con estimatori come Plinio e Catone o famosi consumatori come Pompeo e Nerone. In epoca romana si conoscevano circa 40 varietà. Oggi ne esistono ben 5.000.

 

RICETTE   Oltre al tradizionale consumo fresco, della pera si utilizza il succo, lo sciroppo, le confetture, le bevande fermentate ed alcoliche; in cucina trova largo impiego come ingrediente per dolci, macedonie, tradizionalmente accompagnata ai formaggi e con il cioccolato (in questo caso preferibilmente cotte al forno).
VALORI NUTRIZIONALI    
PARTE EDIBILE               91 %;

ACQUA                  85,2%%

CALCIO                 6  mg
FOSFORO             11 mg;.;   SODIO                   2 mg;
LIPIDI                   0,4 mg   NIACINA                0,1 mg
FERRO                   0,3 mg   VITAMINA C           4  mg
PROTEINE            0,3 mg;   POTASSIO                   130 mg
FIBRA ALIMENTARE              2,8 mg;   GLUCIDI DISP.       9,5 mg
CALORIE               41 Kcal;    
CARATTERISTICHE DIETETICHE:   La pera è un frutto dolce ma è ideale per la dieta, infatti un frutto di dimensioni medie (circa 160 g) contiene: solo 100 calorie, il principale zucchero semplice contenuto nella pera è levulosio, lo zucchero naturale con il più alto potere dolcificante; di fibra ne contiene circa 2,3 grammi, 210 mg di potassio e 7 mg di vitamina C.

PERA KAISER

Tipica pera tardo estiva, molto facilmente individuabile per la forma tipica della pera e la buccia di colore uniformemente marrone; succosa e croccante adatta al consumo fresco e alla cottura, si accompagna divinamente con il formaggio Grana.

ASPETTO/FORMA   ASPETTO: frutto sano e pulito, privo di residui; rugginoso;

FORMA: calebassiforme, con la parte superiore un po’ oblunga.

 

COLORAZIONE   BUCCIA: bronzata, color tabacco, completamente rugginosa;

POLPA: biancastra e leggermente vitrescente.

 

QUALITA’ ORGANOLETTICHE   Polpa piuttosto consistente, appena granulosa, succosa; di gusto dolce-acidulo, aromatico
CONSERVAZIONE   Se pronta per il consumo, può resistere a 8-10° C per 3 giorni;

se destinata a lunga conservazione: mantenere a –0,5-+0,5°C.

 

GRADO RIFRATTOMERICO    >13 al consumo

14-15 in conservazione

 

EPOCA RACCOLTA   settembre
PERIODO COMMERCIABILE   Dal 01  Settembre al 30 Aprile
ZONA DI PRODUZIONE    provincia di Padova
IGP     /
ORIGINE    

La COLTIVAZIONE DEL PERO (Pyrus communis) affonda nell’antichità, con reperti provenienti da Asia ed Europa di età superiore ai 4.000 anni. Omero ricorda le piantagioni di Alcinoo e Laerte, mentre la mitologia greca attribuisce alla pera il significato di frutto sano e gustoso, prediletto da divinità ed eroi. Dalla Magna Grecia la coltivazione del pero giunse a Roma, dove ebbe ampia diffusione, con estimatori come Plinio e Catone o famosi consumatori come Pompeo e Nerone. In epoca romana si conoscevano circa 40 varietà. Oggi ne esistono ben 5.000.

 

RICETTE   Oltre al tradizionale consumo fresco, della pera si utilizza il succo, lo sciroppo, le confetture, le bevande fermentate ed alcoliche; in cucina trova largo impiego come ingrediente per dolci, macedonie, tradizionalmente accompagnata ai formaggi e con il cioccolato (in questo caso preferibilmente cotte al forno).
VALORI NUTRIZIONALI    
PARTE EDIBILE               91 %;

ACQUA                  85,2%%

CALCIO                 6  mg
FOSFORO             11 mg;.;   SODIO                   2 mg;
LIPIDI                   0,4 mg   NIACINA                0,1 mg
FERRO                   0,3 mg   VITAMINA C           4  mg
PROTEINE            0,3 mg;   POTASSIO                   130 mg
FIBRA ALIMENTARE         2,8 mg;   GLUCIDI DISP.       9,5 mg
CALORIE               41 Kcal;    
CARATTERISTICHE DIETETICHE:   La pera è un frutto dolce ma è ideale per la dieta, infatti un frutto di dimensioni medie (circa 160 g) contiene: solo 100 calorie, il principale zucchero semplice contenuto nella pera è levulosio, lo zucchero naturale con il più alto potere dolcificante; di fibra ne contiene circa 2,3 grammi, 210 mg di potassio e 7 mg di vitamina C.

PERA ABATE

 

Tipica pera tardo estiva, varietà oggi molto apprezzata dal mercato; rappresenta probabilmente la pera più richiesta. Fu selezionata da un monaco francese verso la metà del XV secolo. Caratteristiche: buccia rugginosa, polpa bianca e profumata a maturità.

ASPETTO/FORMA ASPETTO: frutto pulito e privo di residui; maturazione omogenea;FORMA: calebassiforme, con la parte superiore molto oblunga

 

COLORAZIONE BUCCIA: verde-chiaro, rugginosa al calice e leggermente al dorso;POLPA: bianca.

 

QUALITA’ ORGANOLETTICHE Polpa molto succosa, ma un po’ grossolana; di gusto gradevole. 
CONSERVAZIONE Se pronta per il consumo, può resistere a 8-10° C per 3 giorni;se destinata a lunga conservazione: mantenere a –0,5-+0,5°C.

 

GRADO RIFRATTOMERICO  >13 in raccolta 12-13 in conservazione

 

EPOCA RACCOLTA agosto – settembre
PERIODO COMMERCIABILE Dal 01  Settembre al 30 Marzo
ZONA DI PRODUZIONE  provincia di Padova
IGP   /
ORIGINE La COLTIVAZIONE DEL PERO (Pyrus communis) affonda nell’antichità, con reperti provenienti da Asia ed Europa di età superiore ai 4.000 anni. Omero ricorda le piantagioni di Alcinoo e Laerte, mentre la mitologia greca attribuisce alla pera il significato di frutto sano e gustoso, prediletto da divinità ed eroi. Dalla Magna Grecia la coltivazione del pero giunse a Roma, dove ebbe ampia diffusione, con estimatori come Plinio e Catone o famosi consumatori come Pompeo e Nerone. In epoca romana si conoscevano circa 40 varietà. Oggi ne esistono ben 5.000.

 

RICETTE Oltre al tradizionale consumo fresco, della pera si utilizza il succo, lo sciroppo, le confetture, le bevande fermentate ed alcoliche; in cucina trova largo impiego come ingrediente per dolci, macedonie, tradizionalmente accompagnata ai formaggi e con il cioccolato (in questo caso preferibilmente cotte al forno).
VALORI NUTRIZIONALI
PARTE EDIBILE               91 %;ACQUA                  85,2%% CALCIO                 6  mg
FOSFORO             11 mg;.; SODIO                   2 mg;
LIPIDI                   0,4 mg NIACINA                0,1 mg
FERRO                   0,3 mg VITAMINA C           4  mg
PROTEINE            0,3 mg; POTASSIO                   130 mg
FIBRA ALIMENTARE             2,8 mg; GLUCIDI DISP.       9,5 mg
CALORIE               41 Kcal;
CARATTERISTICHE DIETETICHE: La pera è un frutto dolce ma è ideale per la dieta, infatti un frutto di dimensioni medie (circa 160 g) contiene: solo 100 calorie, il principale zucchero semplice contenuto nella pera è levulosio, lo zucchero naturale con il più alto potere dolcificante; di fibra ne contiene circa 2,3 grammi, 210 mg di potassio e 7 mg di vitamina C.

PERA ROSADA

 

 

Tipica pera invernale, facilmente riconoscibile per la forma tondeggiante e la buccia di colore giallo-rosato-rossastro; polpa piuttosto croccante, mediamente succosa e zuccherina. Adatta alla lunga conservazione.

 

ASPETTO/FORMA ASPETTO: frutto sano e regolare, privo di residui e rugginosità;FORMA: dorifrome, di dimensioni medio-grandi.
COLORAZIONE BUCCIA: gialla, con sovra-colore rosa per un 30/60% della superficie;POLPA: bianca.
QUALITA’ ORGANOLETTICHE BUCCIA: gialla, con sovra-colore rosa per un 30/60% della superficie;POLPA: bianca.
CONSERVAZIONE Se pronta per il consumo, può resistere a 8-10° C per 4 giorni;se destinata a lunga conservazione: mantenere a –0,5-+0,5°C.
GRADO RIFRATTOMERICO  >13 in raccolta 12-13 in conservazione
EPOCA RACCOLTA settembre
PERIODO COMMERCIABILE Dal 01 Ottobre al 30 Marzo
ZONA DI PRODUZIONE  provincia di Padova
IGP   /
ORIGINE La COLTIVAZIONE DEL PERO (Pyrus communis) affonda nell’antichità, con reperti provenienti da Asia ed Europa di età superiore ai 4.000 anni. Omero ricorda le piantagioni di Alcinoo e Laerte, mentre la mitologia greca attribuisce alla pera il significato di frutto sano e gustoso, prediletto da divinità ed eroi. Dalla Magna Grecia la coltivazione del pero giunse a Roma, dove ebbe ampia diffusione, con estimatori come Plinio e Catone o famosi consumatori come Pompeo e Nerone. In epoca romana si conoscevano circa 40 varietà. Oggi ne esistono ben 5.000.
RICETTE Oltre al tradizionale consumo fresco, della pera si utilizza il succo, lo sciroppo, le confetture, le bevande fermentate ed alcoliche; in cucina trova largo impiego come ingrediente per dolci, macedonie, tradizionalmente accompagnata ai formaggi e con il cioccolato (in questo caso preferibilmente cotte al forno).
VALORI NUTRIZIONALI
PARTE EDIBILE               91 %;ACQUA                  85,2%%
FOSFORO             11 mg;.; SODIO                   2 mg;
LIPIDI                   0,4 mg NIACINA                0,1 mg
FERRO                   0,3 mg VITAMINA C           4  mg
PROTEINE            0,3 mg; POTASSIO                   130 mg
FIBRA ALIMENTARE               2,8 mg; GLUCIDI DISP.       9,5 mg
CALORIE               41 Kcal;
CARATTERISTICHE DIETETICHE: La pera è un frutto dolce ma è ideale per la dieta, infatti un frutto di dimensioni medie (circa 160 g) contiene: solo 100 calorie, il principale zucchero semplice contenuto nella pera è levulosio, lo zucchero naturale con il più alto potere dolcificante; di fibra ne contiene circa 2,3 grammi, 210 mg di potassio e 7 mg di vitamina C.